Dizione e musicalità del dialogo

Creare fiducia, comunicando in maniera corretta, è una delle principali chiavi del successo nel lavoro ed in ambito personale. Per far sì che ciò avvenga sempre, è necessario trovare il giusto equilibrio fra ciò che noi vorremmo esprimere e ciò che gli altri vorrebbero sentirsi dire: una comunicazione efficace e piacevole aiuta ad acquisire sicurezza in sé e la fiducia del prossimo nei nostri confronti.
La buona dizione, un uso corretto e sapiente del linguaggio ed una buona padronanza di sé, sono gli obiettivi delle lezioni ed è rivolto a: attori/ici, manager, imprenditori, liberi professionisti, segretarie di direzione, addetti alle pubbliche relazioni, giornalisti, insegnanti, politici, avvocati, ecc.

Obiettivi del corso
  • articolazione: eliminazione di eventuali difetti di pronuncia (per chi parla velocemente o si "mangia" le sillabe delle parole, per chi ha difetti di pronuncia quali S-C e gruppi consonantici non nitidi);

  • corretta accentazione della parola: "è" tonica aperta - "é" tonica chiusa - "ò" tonica aperta - "ó" tonica chiusa;

  • rafforzamento sintattico;

  • S-Z, accenti tonici e fonici, la corretta pronuncia;

  • tecniche di pulizia: riduzione o eliminazione della cantilena, della cadenza regionale, dei modi di dire e delle ripetizioni. Sviluppo delle capacità respiratorie incrementando l'utilizzo del diaframma;

  • espressione ed interpretazione: come essere più incisivi e catturare l’attenzione dell’interlocutore tramite l'utilizzo del colore, del tono, del volume, dell’intensità, del ritmo e delle pause.

​Lezioni individuali online da concordare, tenute da Antonio Ferrero, direttore artistico della scuola, educatore della voce.

Antonio Ferrero 
Acting Coach, Voice Coach, Recitazione Teatrale e Cinematografica, Doppiaggio.

L'educatore della voce è una figura professionale che ha origini antichissime. Già nella antica Grecia esisteva il phonaskos che insegnava agli oratori la giusta dizione e il corretto uso della voce. Oggi la figura che prende il posto di quella greca è il voice coach (o trainer) che negli Stati Uniti, in Inghilterra ed in molti altri paesi europei è molto diffusa e ricercata.
Quasi tutti sanno cos'è la dizione e cosa faccia un insegnante di dizione, ma pochi saprebbero trovarne uno, se non dopo qualche faticosa ricerca.
Fornisce un valido aiuto in ambito post-rieducativo nel proseguimento del trattamento logopedico, con un trattamento leggero, basato su una attività fonoatorio-espressiva.
Le scuole universitarie che formano i logopedisti potrebbero utilizzare l'educatore vocale per far apprendere ai tirocinanti il "lato artistico" della vocalità parlata.
Le scuole di recitazione e conservatori potrebbero offrire altri spazi, così come gli ambiti universitari di formazione dei nuovi insegnanti di ogni ordine e grado, prevedendo dei moduli dedicati all'educazione professionale della voce.
Gli insegnanti eviterebbero molti dei loro problemi vocali se solo avessero una formazione più adeguata e potessero apprendere l'uso di una voce professionale più fonogenica ed espressiva.
Molte scuole di formazione potrebbero avvalersi di queste nuove figure professionali per accrescere la preparazione dei loro agenti e graduati.
L'elenco degli ambiti di esercizio potrebbe continuare: call center, formazione manageriale, corsi di italiano per stranieri, scuole di giornalismo, Master Accademici, Facoltà universitarie di Giurisprudenza, Comunicazione, Psicologia, Psichiatria, ecc.
Infine, anche il medico di famiglia potrebbe fare riferimento a questa figura, per tutti quei lievi disturbi funzionali della sfera pneumo-fono-articolaroria. Inviare il paziente dal logopedista può essere esagerato in caso di leggere disfunzioni che propriamente patologiche non sono.

L'educatore della voce si occupa di:

  • insegnare la corretta pronuncia dell'italiano standard secondo la moderna fonetica;

  • insegnare la prosodia espressiva della voce parlata e recitata;

  • insegnare le norma per una corretta igiene vocale;

  • insegnare la corretta postura fisiologica;

  • insegnare la corretta respirazione;

  • insegnare public speaking per la parte vocale;

  • collaborare con l'insegnante di canto per l'impostazione della voce parlata;

  • collaborare con il foniatra e il logopedista nella fase finale della riabilitazione vocale;

  • fungere da filtro per l'invio ad altri professionisti, quali foniatra e logopedista nel caso di patologie vocali e insegnante di canto per l'impostazione della voce.

ASS. CULTURALE AREA TEATRALE - ​ Via Levanna, 6 - 10143 (TO) - All Rights Reserved -
P.IVA: 10832440019 - C.F.: 97752070017 

Posta Certificata: areateatrale@pec.it 

Privacy/Policy

  • w-facebook
  • Twitter Clean
  • Bianco Instagram Icona